Le iniziative

Scegliamo virtuose iniziative sociali del nostro Paese e le aiutiamo a scalare, espandere e replicare i propri modelli.

StopNeet Contest

StopNeet Contest, promosso da Fondazione Marazzina e ITA2030, è un’iniziativa dedicata alle organizzazioni del terzo settore dedicate ai giovani, che per loro desiderano una migliore qualità di vita e nuove prospettive.

I giovani rappresentano il futuro della società, eppure in tanti vivono condizioni di fragilità, disagio o emarginazione, affrontando ostacoli che rendono il loro percorso ancora più arduo. StopNeet Contest mira a coinvolgere e sostenere iniziative che promuovano l’inclusione, l’istruzione e la crescita personale e professionale di questi ragazzi, ritenendola una delle sfide più urgenti per il nostro tessuto sociale.

ITA2030 e Fondazione Marazzina, con questa iniziativa intendono essere parte attiva di questo processo di cambiamento positivo, contribuendo a sostenerlo ed accelerarlo.

 

Possono partecipare al Concorso tutti gli Enti del Terzo Settore che si dedicano a promozione, inclusione e sostegno a giovani in condizioni di disagio, operanti nella Regione Lombardia, che siano già iscritti al RUNTS (ovvero con un processo di iscrizione al RUNTS già avviato) e che presentino un progetto specifico a sostegno dei giovani in difficoltà.

È possibile candidarsi fino al 17 aprile 2024.

Entro il 09 maggio 2024 verranno comunicati gli 8 progetti che prenderanno parte alla seconda fase del processo di selezione: gli Enti selezionati presenteranno dal vivo alla giuria il proprio progetto durante l’evento conclusivo che si svolgerà il 23 maggio 2024, al termine del quale verranno proclamati i vincitori.

Blooming

Dopo l’esperienza nata con il Centro di Aiuto per l’inserimento al lavoro dei profughi di guerra ucraini, BonelliErede e La Cometa hanno dato vita con il contributo di Fondazione Comunità di Milano, ad un nuovo progetto, chiamato Blooming, rivolto al sostegno e all’aiuto di tutti i migranti, rifugiati e richiedenti asilo.

Blooming intende sperimentare un modello di intervento integrato e collaborativo in grado di offrire a tutti i migranti che arrivano nella Città Metropolitana di Milano un “luogo fisico e digitale” dove trovare un accompagnamento, un sostegno e un aiuto concreto per avere opportunità di lavoro, condizione essenziale per raggiungere l’autonomia, l’integrazione.

Blooming è aperto a tutti gli stranieri che cercano un impiego ed è accessibile anche attraverso gli enti di accoglienza del territorio milanese e le piattaforme del Comune di Milano.
È inoltre possibile candidarsi attraverso la piattaforma su www.bloomingwork.org dove sono presenti le offerte di lavoro principali e una facile procedura di candidatura.

Ogni candidato viene invitato a un incontro per sostenerlo e valutare le competenze e le attitudini personali, e per identificare il miglior percorso di crescita professionale verso una maggiore occupabilità.

Il progetto offre formazione linguistica e professionale, supporta la conoscenza del mercato italiano del lavoro e di tutti gli strumenti necessari per l’inserimento lavorativo. La formazione professionale è sviluppata attraverso la collaborazione con aziende partner e con il supporto della rete territoriale, diventando elemento distintivo del progetto nella fase di accompagnamento dei beneficiari anche dopo l’inserimento lavorativo. Raggiungere una stabilità lavorativa permette di realizzare una «piena integrazione e realizzazione umana».

BonelliErede e Cometa Formazione danno vita ad un Centro di Aiuto per l’inserimento al lavoro dei profughi di guerra ucraini, sotto l’egida del Comune di Milano

Centro di Aiuto per l’inserimento al lavoro dei profughi di guerra ucraini

BonelliErede e Cometa Formazione danno vita ad un Centro di Aiuto per l’inserimento al lavoro dei profughi di guerra ucraini, sotto l’egida del Comune di Milano

Lo scorso 10 maggio è stato aperto un Centro di Aiuto per l’inserimento al lavoro dei profughi ucraini giunti a Milano: l’iniziativa nasce dallo sforzo congiunto dello studio legale BonelliErede, e della Cooperativa sociale Cometa Formazione, che si occupa di minori e di inserimento al lavoro.

Il Centro è aperto a tutti gli ucraini che cercano un impiego ed è accessibile anche attraverso gli enti di accoglienza del territorio milanese e le piattaforme del Comune di Milano.

Tra le principali difficoltà vi sono sicuramente la lingua, come pure il riconoscimento dei titoli di studio. Per superare questi ostacoli, il Centro punta sulla mappatura di competenze ed attitudini della persona, e poi su corsi di italiano e di formazione specifica organizzati con il supporto di aziende.

Il progetto si basa sulla consolidata e qualificata competenza ed expertise di Cometa Formazione – ente accreditato da Regione Lombardia con cui BonelliErede collabora dal 2017 per l’inserimento professionale di giovani in difficoltà – che incrocia domanda ed offerta e studia i percorsi che conducono alla miglior collocazione delle persone nelle aziende presenti nel network delle realtà coinvolte nel progetto.

DALL’INDIPENDENZA INDIVIDUALE AL SENSO DI COMUNITà

ARIMO

“Arimo!” è la parola magica che interrompe il gioco e mette al sicuro: permette ai ragazzi che corrono di fermarsi, bere un sorso d’acqua, allacciarsi le scarpe e quindi ripartire.

Questa cooperativa aiuta i giovani in difficoltà a vedere la realtà da una nuova prospettiva, spingendoli a immaginare un futuro di opportunità, collaborazione e sorrisi.

Le attività di Arimo sono tutte ispirate dal proposito di stravolgere un destino già scritto: contesti sociali emarginanti, cicli di negatività e storie familiari di fallimento lasciano spazio a un nuovo, meraviglioso senso di responsabilità verso se stessi e verso la comunità.

FORMAZIONE È SINONIMO DI INTEGRAZIONE

Bottega di Quartiere

“Bottega di quartiere” è una iniziativa dell’Associazione Amici di Edoardo ONLUS che in partnership con Comunità Nuova di Don Gino Rigoldi opera dal 1997 presso il Barrio’s, Centro di aggregazione giovanile alla Barona (storico quartiere nella periferia sud-occidentale di Milano), promuovendo attività educative, formative, culturali e di integrazione.

Dallo sviluppo dell’esperienza del Progetto Quattrovie, che ha permesso di formare più di 500 giovani e inserirne circa 150 nel mondo del lavoro, si è creato un modello di impresa in cui si formano e si occupano ragazzi e ragazze esclusi dai percorsi formativi e lavorativi (NEET), offrendo al quartiere servizi alla persona, alla casa e alle aziende.

Oggi Botteghe di quartiere impiega a tempo indeterminato 25 ragazzi e ragazze e offre i seguenti servizi:

  • manutenzione per la casa
  • servizi alla persona in piccole commissioni ed assistenza digitale
  • servizio di Maggiordomo d’azienda, per consentire ai dipendenti di non assentarsi dal lavoro
Aiutare la città per uno sviluppo inclusivo

CUSTODI DEL BELLO

Custodi del Bello è un progetto innovativo che impiega persone in situazioni di fragilità per la cura e il decoro di aree verdi e pubbliche della città. I partecipanti prestano servizio in squadre di lavoro coordinate per 4-6 mesi, e nel contempo vengono formati per acquisire competenze di base.

Nei successivi 6 mesi, proseguono una formazione più specializzata e vengono messi in contatto con aziende per offerte di lavoro.

Custodi del Bello è già attivo a Milano, Firenze, Roma e Brescia, e in apertura a Savona. In partnership tra Consorzio Communitas, Angeli del Bello, Extrapulita e con la partecipazione di Caritas Italiania, sta lavorando per espandere l’iniziativa su tutto il territorio nazionale.

Fondazione Arché nasce nel 1991 a Milano per rispondere all’emergenza dell’HIV pediatrico.

Fondazione Arché

Fondazione Arché nasce nel 1991 a Milano per rispondere all’emergenza dell’HIV pediatrico.

Fondazione Arché è un ente del terzo settore che accompagna bambini e famiglie vulnerabili nella costruzione dell’autonomia sociale, abitativa e lavorativa, offrendo servizi di supporto e cura. È presente con progetti attivi a Milano, Roma e San Benedetto del Tronto.
Arché ha nella propria mission la vocazione all’accoglienza, affinché il cammino verso la speranza risulti meno faticoso. Attraverso interventi di giustizia sociale e ambientale Arché vuole esserci, avendo cura degli altri e di ogni cosa che ci circonda.

Le aree di intervento della Fondazione sono le seguenti:

  1. Accoglienza di mamme e bambini in difficoltà nelle Comunità mamma-bambino a Milano e Roma.
  2. Prossimità, affiancamento a bambini e famiglie vulnerabili nelle loro case, in ospedale, in carcere e con interventi sul territorio.
  3. Housing, accoglienza temporanea in appartamento di famiglie con bambini in emergenza abitativa.
  4. Cittadinanza, promozione di una cultura di cittadinanza solidale, formazione nelle scuole, volontariato.
  5. Oltre la Pena, sostegno educativo all’interno delle strutture di custodia attenuata per madri e figli, nel carcere di Bollate e nell’ICAM del carcere di San Vittore.

Da sempre, Arché vuole dare una risposta ai bisogni collettivi, collocandosi al fianco delle fasce più deboli della popolazione.

L'associazione iSemprevivi Onlus è una realtà che si occupa della cura e del reinserimento sociale di persone – adulte e minori – con disagio psichico e psichiatrico.

I SempreVivi Onlus

“L’associazione iSemprevivi Onlus è una realtà che si occupa della cura e del reinserimento sociale di persone – adulte e minori – con disagio psichico e psichiatrico.

Attraverso l’opera di professionisti (psicoterapeuti, educatori professionali e psichiatri) e di volontari formati, l’Associazione offre: assistenza psicologica ai pazienti e alle loro famiglie; un ambiente dove chi soffre può trovare accoglienza, ascolto e attività da condividere con altri per vincere la solitudine e il senso di inutilità; appartamenti in condominio per periodi di convivenza nella logica del social housing; attività di aggiornamento, confronto e formazione rivolte a soggetti specifici (genitori, educatori) o al grande pubblico.

Ente non-profit, l’Associazione si è progressivamente strutturata e nel 2018 ha ottenuto l’accreditamento dalla Regione Lombardia – U.O. Psichiatria, aprendo un Centro Diurno Adolescenti “Il Sorriso di Lollo” e un Centro Diurno Adulti. Nel gennaio 2021 l’associazione ha costituito anche una Cooperativa Sociale di Lavoro assumendo otto giovani affetti da disagio psichiatrico. Oggi l’Associazione conta circa 120 persone, affette da diversi disturbi psichiatrici, e una cinquantina di volontari.”

EDUCAZIONE PROATTIVA PER I GIOVANI DEL PAESE

PIAZZA DEI MESTIERI

Nata nel 2004 a Torino, Piazza dei Mestieri è un luogo di educazione e di aggregazione per i giovani in cui è possibile sperimentare un approccio positivo alla realtà: dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei talenti di ciascuno.

Ogni anno, nelle sue sedi di Torino e Catania, accoglie circa cinquemila giovani italiani e stranieri arrivati per inseguire i loro sogni: imparare un mestiere, trovare un lavoro, costruire una vita positiva.