Silvia Candiani

“ITA2030 va proprio nella direzione di aumentare l’impatto che il terzo settore può portare nel nostro Paese, con competenze e risorse in grado di accelerare un Italia più inclusiva e a prova di futuro per tutti i cittadini.”

Ritratto fotografico di Silvia Candiani, Booster del movimento ITA2030

Aiutare persone ed organizzazioni a realizzare il loro pieno potenziale attraverso la tecnologia e il digitale. È la missione di Microsoft, l’azienda che guido in Italia.

Una missione che caratterizza in maniera più generale il modo in cui lavoro ogni giorno: collaborare con un ampio ecosistema di risorse, interne o esterne all’organizzazione, per raggiungere un obiettivo più ampio rispetto a quello di business che possa andare nella direzione di creare un mondo più inclusivo e sostenibile.

L’esperienza, sviluppata nel corso degli anni in diversi contesti e mercati internazionali, mi ha permesso di aggiungere a progetti e iniziative anche una finalità di inclusione e di impatto sociale. In Italia, il mio impegno si è focalizzato nel corso degli anni sui temi della diversità e inclusione: ho attivamente partecipato alla costituzione dell’associazione ValoreD per dare a tutte le donne Italiane l’opportunità di partecipare alla vita lavorativa e sociale, riducendo le barriere per percorsi di carriera e crescita.

In Microsoft, inoltre, ho la possibilità di aiutare il mondo del terzo settore a utilizzare il digitale per aumentare l’impatto delle attività sociali e di assistenza sul territorio. Abbiamo anche sviluppato un programma di formazione rivolto alle fasce più deboli della popolazione, dagli studenti ai disoccupati, per aiutarli a creare le giuste competenze digitali richieste oggi dalle aziende e favorire il loro inserimento nel mondo lavorativo.

ITA2030 va proprio nella direzione di aumentare l’impatto che il terzo settore può portare nel nostro Paese, con competenze e risorse in grado di accelerare un Italia più inclusiva e a prova di futuro per tutti i cittadini.

Boosters

La partecipazione dei Booster è una scelta personale che nasce dal desiderio di dare il proprio contributo mettendo a disposizione le proprie competenze. Al progetto ITA2030 prendono parte persone con esperienze consolidate in mondi diversi: dalla cultura allo sport, dalla comunicazione alla tecnologia.