Gianluca Salvatori

“La mia adesione ad ITA2030 nasce dalla convinzione che il nostro paese abbia bisogno di un terzo settore più forte e per questo serva il contributo di competenze diverse, animate da comune passione.”

Ritratto fotografico di Gianluca Salvatori, Booster del movimento ITA2030

Appartengo ad una generazione che è passata dalla fede nei grandi cambiamenti sociali alla tentazione della disillusione penetrante.

Se non ne sono stato contagiato è perché ho imparato dall’esperienza che cambiare il mondo è più complesso e meno eroico di quanto si creda.

Alla retorica degli individui changemaker ho preferito la strada del discernimento, all’interno della realtà, dei punti di appoggio su cui costruire nuovi percorsi insieme ad altri. Con questo approccio mi sono dedicato negli ultimi venti anni al lavoro con le organizzazioni non profit e di economia sociale, in enti di ricerca e organizzazioni filantropiche.

Sono convinto che sia un mondo con un potenziale più grande di quanto finora sia riuscito ad esprimere, ma che deve uscire dalla rappresentazione ancora troppo diffusa di pronto soccorso per cause disperate.

Per questo serve sia uno sforzo di studio e analisi, per definirne sempre meglio i fondamenti culturali, sia lo sviluppo di capacità organizzative e gestionali adeguate ai sempre più impegnativi compiti cui è chiamato.

La mia adesione ad ITA2030 nasce dalla convinzione che il nostro paese abbia bisogno di un terzo settore più forte e per questo serva il contributo di competenze diverse, animate da comune passione. Molte esperienze di valore nascono in condizioni specifiche e tendono a ritenersi uniche e non riproducibili.

Le persone riunite in questa associazione credono invece che ciò che ha dimostrato di funzionare non debba restare una scheggia ma vada aiutato a migliorare il benessere sociale del maggior numero di persone.

È uno scopo che condivido e per il quale credo valga la pena di impegnarsi.

Boosters

La partecipazione dei Booster è una scelta personale che nasce dal desiderio di dare il proprio contributo mettendo a disposizione le proprie competenze. Al progetto ITA2030 prendono parte persone con esperienze consolidate in mondi diversi: dalla cultura allo sport, dalla comunicazione alla tecnologia.