Francois de Brabant

“Ho imparato a riconoscere le persone positive e innovative, il valore del confronto e dello scambio di esperienze, ma anche ad apprezzare il contributo del terzo settore e la necessità di scalare e metterne a sistema i modelli positivi.”

Ritratto fotografico di Francois de Brabant, Booster del movimento ITA2030

Ho avuto la fortuna di vivere intensamente la fine degli anni 60 e gli anni 70, un periodo caratterizzato da passioni, sogni, valori, attivismo ed anche qualche illusione.

Gli studi alla Bocconi e le prime due esperienze nei primi anni di lavoro all’ufficio studi del sindacato e nel team di consulenti dell’allora ministro dell’industria Carlo Donat-Cattin mi hanno convinto della necessità di una politica industriale, di sviluppo e di innovazione in un Paese che, come previsto dalla Costituzione, vuole garantire lavoro e sviluppo ai suoi cittadini ma anche essere in grado di accogliere ed integrare chi è costretto ad emigrare dal proprio Paese.

A 30 anni ho incominciato la mia avventura imprenditoriale fondando con cinque amici Reseau la prima società italiana di consulenza dedicata all’elettronica che ha organizzato per 10 anni a Venezia il principale evento del settore.

Dopo una parentesi interessante ed istruttiva come responsabile strategia e innovazione di Telecom Italia, nel 1998 ho fondato con due amici Between riprendendo per altri 16 anni l’attività di consulenza per i sempre più numerosi attori della filiera ICT sempre più digital e riorganizzando a Capri il principale evento del settore.

Ho avuto così la fortuna e il privilegio di vivere tante esperienze in ambienti diversi e di conoscere e lavorare con tante persone di valore.
Grazie anche ad oltre dieci anni da fondatore di TEDxMilano ho imparato a riconoscere le persone positive e innovative, il valore del confronto e dello scambio di esperienze, a credere nei giovani e nel potenziale dell’ecosistema startup italiano, ma anche ad apprezzare il contributo del terzo settore e la necessità di scalare e metterne a sistema i modelli positivi.

Ma la lezione principale appresa e che ho cercato di trasmettere ai miei quattro figli ed ora ai miei undici nipoti è che da soli si realizza poco soprattutto in contesti nuovi e complessi come quello che stiamo vivendo. Il filosofo Carlo Sini ci ricorda che ognuno di noi conosce solo il suo piccolo presente e Renzo Piano dice che la creatività di cui abbiamo bisogno nasce dal pingpong delle idee.

Boosters

La partecipazione dei Booster è una scelta personale che nasce dal desiderio di dare il proprio contributo mettendo a disposizione le proprie competenze. Al progetto ITA2030 prendono parte persone con esperienze consolidate in mondi diversi: dalla cultura allo sport, dalla comunicazione alla tecnologia.