Camilla Baresani

“Con ITA2030 posso contribuire a creare connessioni che non siano solo parole ma esperienze concrete.”

Ritratto fotografico di Camilla Baresani, Booster del movimento ITA2030

Il mio lavoro di scrittrice, per lo più solitario, è fatto di persone da descrivere, di contraddizioni, conflitti, desideri, miserie.

Per costruire esseri umani immaginari ne incontro di veri, in carne e ossa, e li ascolto, li osservo, patisco e gioisco con loro.

Poter interagire con chi ha bisogno di un riscatto sociale, collaborare con persone che lavorano nel terzo settore e con loro condividere impegni e necessità è parte integrante della mia stessa essenza di scrittrice e giornalista.

Credo di poter dare visibilità e spessore alle storie umane delle persone che incontro. Al centro del mio mestiere di de-scrittrice ci sono storie di rovine e risalite, c’è compartecipazione e desiderio di aumentare la risonanza di quello che il terzo settore può offrire ai nostri simili.

ITA2030 è l’occasione di non disperdere energie creative ed entusiasmi nei rivoli di iniziative non strategiche. Con ITA2030 posso contribuire a creare connessioni che non siano solo parole ma esperienze concrete, che portano a risultati solidi e durevoli, accanto a persone che hanno sviluppato competenze decisive in campo manageriale.

Boosters

La partecipazione dei Booster è una scelta personale che nasce dal desiderio di dare il proprio contributo mettendo a disposizione le proprie competenze. Al progetto ITA2030 prendono parte persone con esperienze consolidate in mondi diversi: dalla cultura allo sport, dalla comunicazione alla tecnologia.